image/svg+xml

Come scrivere un libro nella quotidianità


Incipit, finale, personaggio, fabula, intreccio, punto di vista…

qualunque sia il tuo stimolo creativo, il tuo attacco per iniziare a scrivere, il segreto per portare a termine un’impresa come quella di scrivere un libro è sicuramente trasportare questo grande progetto nella quotidianità.
Nel mio caso, ad esempio, uso due pilastri fondamentali quando lavoro ad un testo.

  • Il primo pilastro riguarda un “piano” che mi permette di suddividere il mio obiettivo in passi pratici che portano alla parola “fine”.
  • Il secondo pilastro è un “metodo” che mi permette di adottare quel piano nella quotidianità. Questo perché, come spesso dico, occorre puntare a non essere dei creativi improduttivi.

Ora al di là del piano/metodo personale, in questo articolo vorrei condividere con te un punto fermo relativo alla trasmutazione di un progetto impegnativo e importante come “scrivere un libro” nella vita quotidiana. Questo punto fermo si chiama DUETTO.

Dopo aver scritto 15 libri posso dire che il Duetto è per me il processo perfetto capace di farmi raggiungere il risultato voluto: la scrittura di un libro, appunto.
Come dice la parola stessa, questo punto fermo si compone di 2 fondamentali strumenti:

1) “il tempo della non scrittura”, ovvero il NON FARE. Questo è un vero e proprio momento creativo che allena lo sguardo diverso e la nostra naturale predisposizione all’immaginazione. In questo spazio lascio che la storia visiti la mia quotidianità e non il contrario. Vuol dire che dedico del tempo per pensare alla storia che voglio raccontare (sarebbe più giusto dire che lascio che lei arrivi alla mente, senza rimandarla ad un momento preciso). Immagino i personaggi, li cerco tra la gente, li ascolto, scovo punti di vista interessanti, fantasticando sugli snodi etc. Lascio che sia la storia a parlarmi, a dirmi dove vuole andare. Questo tempo include anche il piano (ovvero la fase di progettazione del libro.)

2) “il tempo della scrittura”, ovvero il FARE. In questo frangente sono io che porto la mia quotidianità nella storia. Mi impegno a rispettare la scaletta e a dedicare del tempo alla scrittura seguendo il piano organizzativo che ho stilato in precedenza. Prevedo un tempo per gli approfondimenti, per la lettura, per la ricerca, per il lavoro sui personaggi e soprattutto per il testo vero e proprio, ovvero per la fabula/intreccio. Questo tempo include anche il metodo (ovvero la fase di realizzazione dei contenuti secondo un piano organizzativo ben preciso, sperimentato negli anni.). Vuol dire che in questa fase, la progettazione precedente viene incarnata sul piano reale fornendo come risultato un libro in carne ed ossa.

Ora, quello che voglio specificare è che questi due strumenti fondamentali non devono necessariamente alternarsi durante la giornata.
Mi capita, ad esempio, di dedicare anche una settimana alla “non scrittura” o un mese intero alla scrittura. Sicuramente ad un certo punto, indipendente dalla fase e dallo strumento che sta prevalendo, prevedo una pausa da tutto. Voglio dire che lascio la mia storia a riposare. Me ne “dimentico”, me ne distacco, per poi poter procedere alla prima revisione. Da qui in poi posso coinvolgere gli esperti del settore. Che sia il mio editor di fiducia, l’agente, o l’editore di turno… quello che doveva succedere nella mia quotidianità è già accaduto e mi ha permesso di contattare la mia storia e di incarnare sul piano reale quella che all’origine era solo un’idea.

Il Duetto è pertanto il processo fondamentale a questo fine. Mi permette infatti di:

  • Partire da un sogno (come ad esempio scrivere un libro su un tema X).
  • Pianificare la realizzazione di quel sogno, ovvero creare un progetto capace di portarmi dove voglio arrivare.
  • Far diventare quel progetto un action plan che realizzi il mio sogno un passo dopo l’altro.

Ecco, questo è quello che faccio.
Questo è quello che condivido con le persone che si rivolgono a me per scrivere un libro… fornisco una guida, un piano, un metodo, un processo per progettare e realizzare il loro miglior libro.

Se anche tu hai un sogno da trasmutare in un libro finito e una storia da portare nella quotidianità… contattami per scoprire il metodo “La storia dentro”.

stringa copertineapis per vetrina fbcopertina fronteaudiolibroCOPERTINAGEL 2triade-9788860030283chimeraCopertina Lucky blu

Loretta Sebastianelli

Mentore e Writer Coach

Autrice di 15 libri, tra cui Lo scrittore Mago e la Scrittura Introspettiva.

Mi occupo da più di dieci anni di formazione e mentoring.

Ho ideato e sperimentato decine di corsi di scrittura: creativa, motivazionale, introspettiva ed evolutiva.

Attraverso corsi di formazione e servizi di scrittura professionale aiuto scrittori, poeti e liberi professionisti a progettare e scrivere il proprio miglior libro. Aiuto inoltre, tutte le persone che vogliono utilizzare la scrittura come maggiore strumento di conoscenza per accrescere il proprio cammino evolutivo. 

Pubblico regolarmente dal 2006: narrativa, poesia, manualistica e libri per bambini.