image/svg+xml

3 strumenti operativi per contattare l'ispirazione


La triade della creatività produttiva per scrivere un libro

La fulminea ispirazione è uno stato di grazia, un momento che non sempre perdura o si ripete. 
Per questo motivo, per portare avanti un progetto legato alla scrittura non puoi affidarti alla sola ispirazione ma hai bisogno di un piano e di un metodo e, soprattutto, di una serie di strumenti operativi per portare avanti il lavoro.

Inoltre, scrivere quotidianamente è difficile ma è l’unico modo per ottenere dei risultati.
Premesso che qualunque sia l’attività che hai bisogno di effettuare con regolarità, hai bisogno di mettere in atto una tua personale strategia finalizzata a raggiungere i tuoi obiettivi. Premesso questo ti dico che se quello che vuoi è scrivere un libro sappi che la produzione di contenuti e la relativa scrittura quotidiana o programmata non è semplice.
Non è solo una questione di individuare il tempo giusto o la giusta organizzazione ma è anche e soprattutto una questione di trovare il giusto mind set che poi porterà di conseguenza alla giusta ispirazione.

In generale, qualunque sia il motivo che ti porta a voler contattare l’ispirazione, posso dirti che questo meraviglioso elemento –da solo- resta finalizzato ad un exploit esperienziale di grande valore creativo. Pertanto se il tuo bisogno di ispirazione è finalizzato alla stesura di un libro, hai bisogno di andare oltre il meraviglioso pungolo della momentanea ispirazione.

 

In questo articolo ti spiegherò quali sono gli strumenti di base che io stessa utilizzo e che puoi utilizzare anche tu per approcciare la pagina bianca e per creare contenuti.

 

La triade della creatività produttiva

Questa triade che sto per condividere con te può essere la tua migliore amica se quello che vuoi è produrre testo con una certa regolarità.  

Se vuoi scrivere un libro ed arrivare a mettere la parola fine al tuo lavoro, allora devi programmare il tuo tempo e la tua energia o il tuo obiettivo non potrà essere raggiunto e il tuo libro sarà uno dei tanti confinati nel cassetto insieme ai sogni.

Fare le cose senza un criterio preciso, infatti, significa vanificare gli sforzi. La costanza, l’individuazione di uno stile preciso e l’utilizzo di giusti strumenti, ti permetteranno di stimolare una creatività produttiva. Vediamo insieme come fare…

Questa che sto per condividere con te è la triade elementare che io stessa utilizzo per scrivere. Ho scritto 16 libri in 14 anni e ti posso assicurare che l’ho fatto con l’aiuto di questi 3 principali strumenti.

 

1° STRUMENTO: writing routine

Per scrivere un libro devi sapere come fare e, soprattutto, per scrivere con costanza devi affidarti a precisi strumenti di pianificazione. Io la chiamo “writing routine” ed è uno strumento indispensabile alla gestione del tempo da dedicare alla scrittura e a quello da dedicare alla non scrittura.

Questo vuol dire che per produrre testo, la tua agenda deve aver fissati due slot di riferimento. Il primo è relativo al tempo in cui pianifichi la scelta dei tuoi contenuti e la scelta dei micro argomenti da inserire nei tuoi capitoli o nelle parti del tuo libro. Il secondo è relativo al tempo in cui fisicamente ti metti a scrivere. Come puoi immaginare il primo passo è fondamentale.

 

Tempo della non scrittura

E il momento più importante, quello dedicato alla pianificazione e alla scelta dei testi da scrivere. Puoi utilizzare le note del tuo cellulare, un quaderno o una scatola delle idee. La cosa importante è che definito l’argomento del tuo libro o l’argomento di cui sei competente, tu possa usare la quotidianità per trarre ispirazione da tutto quello che vedi, senti, ascolti nella tua giornata. Prendi nota del concetto o dell’idea e in un secondo momento… rendila fruibile e condivisibile attraverso la scrittura.

 

Tempo della scrittura

Può essere un appuntamento quotidiano, settimanale o mensile, non è importante se non ai fini del raggiungimento del tuo obiettivo (a breve, medio o lungo termine). In ogni caso la cosa importante è che decidi a priori qual è il tempo da dedicare alla scrittura dei tuoi testi. Più di tutto è fondamentale considerare perché li stai scrivendo. La motivazione, infatti, è fondamentale per portare avanti qualunque writing routine. Quindi, se non lo hai ancora fatto… rispondi a questa domanda: perché vuoi scrivere? Qual è la tua finalità? E questo ci porta direttamente al secondo punto della triade.

 

2° STRUMENTO: contattare i propri perché

 

Qualunque azione tu debba fare nella tua vita, che sia scrivere o allenarti, lavorare o studiare, pianificare o gestire, delegare o eseguire, cambiare casa o definire un itinerario di viaggio… la cosa importante è contattare i tuoi perché. Sapere per quale motivo stai dedicando tempo ed energia ad una particolare cosa, ti aiuterà ad essere costante nel tempo e a raggiungere i tuoi obiettivi. Quindi contatta il motivo che ti siede a scrivere.

Perché hai deciso di scrivere quotidianamente? Cosa vuoi ottenere dalla stesura/condivisione del tuo libro? Quando avrai risposto a queste due domande, vedrai che scrivere inizierà ad essere meno faticoso.

 

3° STRUMENTO: utilizzare la tecnica della margherita